La cucina del fuorisede: Pasta con cavolfiore e salsiccia

pasta-cavolfiore-e-salsiccia

La pasta con cavolfiore e salsiccia è un tipico piatto domenicale, un primo ricco e saporito da preparare con diversi formati di pasta.

Solitamente un fuori sede, durante la settimana, non cucina piatti elaborati o che possano togliere parecchio tempo allo studio, ma la domenica si può fare un’eccezione.

Ricetta della pasta con cavolfiore e salsiccia

Tempo di preparazione 35 minuti

Ingredienti per una persona:

  1. Un cavolfiore;
  2. 100gr di salsiccia;
  3. 100gr di pasta corta;
  4. Mezza cipolla;
  5. Olio qb;
  6. Pepe nero qb;
  7. Sale qb.

Il primo passo da fare è tagliare e lavare il cavolfiore: mettetelo in uno scolapasta e sotto acqua corrente, con un coltello separate le cime dal tronco, quest’ultimo non ci servirà. A questo punto mettete il cavolfiore in una pentola alta e riempitela d’acqua fino a coprirlo, aggiungete il sale e lessatelo, girandolo ogni tanto, per 15/20 minuti. Se non gradite l’odore del cavolfiore in cottura potete attenuarlo aggiungendo una fogliolina d’alloro, del succo di limone o dell’aceto.

Per la ricetta non occorre l’intero cavolfiore, la rimanenza potrete consumarla durante un altro pasto come contorno.

Mentre il cavolfiore sta cucinando potete procedere con la preparazione del soffritto. In una padella versate un filo d’olio d’oliva, quando questo sarà caldo aggiungete la cipolla tagliata finemente, e fatela soffriggere finché non sarà dorata. Aspettate che questa diventi translucida e aggiungete la salsiccia privandola prima del budello, portatela quindi a cottura.

Quando il cavolfiore sarà pronto, scolatelo e aggiungetelo in padella, insieme al soffritto e alla salsiccia. Fate saltare per qualche minuto, aggiungete una bella grattata di pepe quasi a fine cottura e a questo punto sarà pronto.

Mettete una pentola con dell’acqua sul fuoco, portate a bollore, salate e aggiungete la pasta; preferibilmente usate della pasta corta, la quale oltre a sposarsi bene con la ricetta, essendo cava al suo interno riuscirà a raccogliere meglio il composto.

Non appena la pasta sarà pronta potrete scolarla e condirla con il preparato precedentemente fatto.

Impiattate, aggiungete una spolverata di pepe per guarnire ed è pronto!
Buon appetito a tutti!

Salvo Terzo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *