Addio Maestro Franco Battiato

franco battiato

Il giorno 18 di questo mese, come tutti sicuramente avrete saputo, Franco Battiato ci ha lasciato. Un altro grande della musica italiana ci ha lasciato con uno stupendo ricordo e un’immensa libreria musicale. 

Per dare un ultimo saluto avevo pensato questa settimana di consigliarvi uno dei pezzi più iconici dell’artista “La Cura”. 

“Ti proteggerò dalle paure delle ipocondrie,
dai turbamenti che da oggi incontrerai per la tua via.
Dalle ingiustizie e dagli inganni del tuo tempo,
dai fallimenti che per tua natura normalmente attirerai.”

TESTO La Cura Franco Battiato 

Senza ombra di dubbio uno dei testi più belli scritti dall’autore e considerato anche uno tra i pezzi d’amore italiani più belli mai scritti. Dedizione totale, protezione supporto e apprensione verso la persona amata. Punto forte del brano è proprio il testo che riesce a trasmettere all’ascoltatore tutta la carica emotiva versata sulla canzone da Battiato. 

“Supererò le correnti gravitazionali,
lo spazio e la luce per non farti invecchiare.
E guarirai da tutte le malattie,
perché sei un essere speciale,
ed io, avrò cura di te.”

STRUMENTALE

Come un caldo abbraccio, l’instrumental avvolge chi ascolta trasportandolo per un viaggio che non vuole finire mai. Un’impeccabile base che accompagna maestosamente la voce di Battiato per tutto il brano. Di sicuro il testo è il punto forte ma, solo grazie al capolavoro strumentale il brano è potuto entrare nella storia della musica italiana. 

“I profumi d’amore inebrieranno i nostri corpi,
la bonaccia d’agosto non calmerà i nostri sensi.
Tesserò i tuoi capelli come trame di un canto.
Conosco le leggi del mondo, e te ne farò dono”

Come molti anche io ho voluto scrivere su Battiato per poter dare un ultimo addio al Maestro sperando che tutti voi possiate salutarlo nel migliore dei modi.

Buon Ascolto!

Emilio Carastro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *