Il ritorno alle origini – No Game Freestyle di Fedez

fedez

Uno tra i personaggi più conosciuti in Italia, Fedez, creatosi ormai più di 10 anni fa, sfondava la scena rap italiana con uno stile unico che faceva forza sulla satira politica, tra le più pulite e colte della scena dell’epoca. 

Con l’avanzare degli anni ha trasformato il suo personaggio affiancandosi più su uno stile pop commerciale, tirando a sé l’ira di molti. Pochi giorni fa è uscito un pezzo tra Fedez e Tha Supreme, NO GAME FREESTYLE

“Vogliono il sangue questi baby shark
Fanno la fila come al luna park
Vi odio 3000 come Tony Stark
Tu pensi che mostri al mondo i miei figli
Ma io sto mostrando ai miei figli il mondo
E l’estratto del tuo ultimo disco
Mi sembra la copia del tuo estratto conto”

TESTO No Game Freestyle – Fedez e Tha Supreme

Un Fedez quasi inaspettato sforna delle barre cattivissime, tra dissing e sfoghi personali, mette in mezzo dalla politica alla religione senza mezzi termini. Quasi con la voce rotta dalla rabbia sputa tutto il veleno in un testo pieno di contenuto come quelli di una volta. Ovviamente punto forte del pezzo che non lascia spazio a critiche di alcun tipo. 

“Chiusi in casa, senza arti né parties
Più confusi di un cama-leonte in mezzo agli Smarties
Dribblo giornalisti come Andrew Wiggins
E schiaccio in faccia al capitalismo
Giorni tristi per essere artisti perché devi esporti al cannibalismo
Non concepisco l’individualismo di chi vede un torto e dice: “Non reagisco”
Finché certe cose non ti toccheranno da vicino
Come un prete a catechismo

STRUMENTALE

Ovviamente un’ottima base da un impeccabile Tha Supreme, che fornisce il giusto corpo all’estremo contenuto verbale di Fedez. Nulla da dire, sull’artista ormai più che affermato, nonostante l’età, sulla scena. 

“Io no, non ho pain
No, no-no-non ho pain
Stare okay, lo vorre’, lo vorre’, lo vorre’, lo vorrei
Giurerò a una bitch che non sarò mai una bitch
E che sto al game anche se non è un game”

Un pezzo che consiglio vivamente a tutti, soprattutto a chi manca il fedez sfrontato e diretto di una volta. 

Buon Ascolto!

Emilio Carastro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *