Abstract tesi di laurea: come scriverlo in modo corretto

abstract tesi

L’abstract rappresenta la sintesi della tua tesi, un riassunto che possa suscitare interesse e centrare il punto focale: ma come scriverlo in modo corretto? Non è sempre un compito facile, visto che dovrai condensare in poche righe la tua ricerca, insieme ad una comunicazione efficace. Per questo è fondamentale strutturarlo al meglio.

Come scrivere l’abstract nel modo giusto: alcune regole principali

Una delle regole per scrivere un abstract in modo corretto, riguarda l’argomento di tesi ed il risultato. Devi trasmettere tutto il tuo impegno, mostrando i risultati che hai ottenuto.

Gli elementi da tenere presenti quando scrivi l’abstract sono infatti quelli dell’argomento trattato e delle conclusioni alle quali sei arrivato. Nel mezzo, è importante presentare, però, la struttura della lettura di tesi, per veicolare una suddivisione sommaria dei capitoli e dei sotto-argomenti che consideri validi.

Ecco dei piccoli consigli su come utilizzare lo stile adeguato e i contenuti più interessanti:

  • indica con chiarezza l’argomento principale della tesi
  • accenna alle metodologie adoperate (deduttivo, induttivo, innovativo, etc.)
  • accenna a qualche fonte fondamentale (es. manoscritti, ultime pubblicazioni scientifiche, etc.)
  • presenta brevemente come si svolgerà l’ordine di lettura (capitoli e sotto-argomenti)
  • non dilungarti su argomenti inutili, centra i punti essenziali del lavoro
  • effettua un riassunto dei risultati ottenuti con la ricerca di tesi.

Il consiglio a livello di stile, è quello di ricorrere sempre alla prima persona (io penso, ho pensato, etc.), oppure ad una forma impersonale (si pensa, si è visto, etc.). inoltre, se ci sono sigle poco chiare, metterle per intero.

La lunghezza dell’abstract

La lunghezza di un abstract può variare: in linea di massima, vengono però utilizzate circa 200-250 parole per descrivere il proprio lavoro. Nel caso sia richiesto un abstract per bibliografie e inserimenti in archivi, il testo breve è di circa 100 parole.

Alcuni abstract possono arrivare anche a 500 parole, ma sono richiesti principalmente per delle ricerche più estese o archivi più dettagliati. In tal caso, si può pensare di esporre anche in modo più completo il risultato della tesi.

Differenze tra introduzione e abstract

Nell’introduzione, che rappresenta il capitolo introduttivo, il discorso da esplicare è molto simile, e sicuramente avrai dovuto giustificare l’argomento scelto e le conclusioni conseguite, senza però svelare troppi particolari della struttura.

Un abstract presuppone, invece, il fatto che sia anche delineato un percorso di lettura, per agevolare chi legge a prefigurarne la lettura, a capire come è strutturata.

Utile soprattutto per chi sta per affrontare un argomento simile, l’abstract può dare un aiuto alla tesi con una indicazione bibliografica. Potrai far intuire in poche righe cosa troverà all’interno il lettore, così come ti è capitato in fase di ricerca.

Lo stile da utilizzare

La cosa importante da considerare è che il taglio da dare all’abstract della tesi sarà quindi diverso da quello dato all’introduzione.

Sii conciso e vai subito ai punti essenziali e alle caratteristiche particolari del tuo lavoro, senza dilungarti a descrivere il contesto teorico che sarà approfondito successivamente.

Ti consigliamo di attenerti fedelmente al linguaggio usato nel documento al quale l’abstract si riferisce.

Fatta salva la precisione terminologica delle lingue speciali, dovresti adottare un registro di linguaggio commisurato al potenziale utente. Lo stile di scrittura raccomandato è caratterizzato da brevità, chiarezza, concisione. Sono ridotte al minimo le formule di introduzione o di passaggio.

Hai seguito i nostri consigli, ma hai comunque bisogno di un aiuto per scrivere l’abstract della tua tesi in lingua per motivi di lavoro o di mancanza di tempo? Word to Working è a tua disposizione! Contattaci via mail e parlaci del tuo progetto.

Segui anche la nostra pagina Facebook per essere sempre aggiornato su tutte le novità e promozioni.

Ileana Barilla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *