Stai per scrivere la tua tesi di laurea? Ecco tanti consigli utili

scrivere tesi di laurea consigli

Quando ti mancano pochi esami per ultimare il tuo percorso, ti resta un’ultima cosa da fare: scrivere la tesi di laurea.

Questa rappresenta l’ultimo sacrificio, la gioia e le sfide affrontate durante gli anni trascorsi all’università.

Dalla scelta dell’argomento, a quella del relatore e delle fonti: ecco tutte le difficoltà da affrontare, iniziando dalla definizione di tesi.

Cos’è una tesi di laurea?

Si tratta di un elaborato testuale che il laureando redige per ottenere il tanto agognato titolo di laurea.

Esistono diversi tipi di tesi: triennale, magistrale e a ciclo unico. Dato che le prime due vengono considerate come lauree di primo e secondo livello, il tipo di lavoro che sta dietro ad una tesi di laurea magistrale è decisamente più complesso rispetto a quello di una triennale.

Oltre questo, vi è anche la scelta del tipo di tesi. La tesi compilativa e quella sperimentale si fondano infatti su metodologie di ricerca completamente differenti, e questo comporta un diverso livello di difficoltà.

Scrivere una tesi di laurea: compilativa vs sperimentale

Dietro la scrittura di una tesi di laurea compilativa vi è un gran numero di fonti e bibliografie che dovrai analizzare e rielaborare.

Diversa è la tesi di ricerca o sperimentale, che richiede un importante lavoro di studio e di ricerca sull’argomento prescelto, da svolgere anche in autonomia.

Indagini qualitative e quantitative, sondaggi, esperimenti, campionamenti e analisi di laboratorio e progetti: sulla base dei risultati delle analisi potrai confermare o confutare la tesi sostenuta inizialmente.

Data l’entità del lavoro, le tesi sperimentali ricevono solitamente un punteggio maggiore dalla Commissione rispetto alle tesi compilative.

Scegliere l’argomento e il relatore

La prima domanda da porti prima di iniziare a scrivere una tesi di laurea è il tipo di argomento, e soprattutto il relatore a cui fare riferimento. Questi sono due fattori fondamentali.

Dopo aver contattato il docente, nel caso in cui venissi accettato, il docente deciderà di accettare la tua idea di partenza oppure di stimolarti a trovare da solo un argomento, proponendoti dei testi da leggere. Potrà anche coinvolgerti in un progetto di ricerca.

Scegli quindi un argomento che sia tuo, di tuo interesse e che rifletti il tuo percorso di studio universitario.

Definisci gli obiettivi

Dopo aver definito le basi, bisogna mettersi a lavoro. Definire degli obiettivi chiari e un’adeguata tabella di marcia rappresentano le armi più importanti per non lasciarti scoraggiare al minimo imprevisto.

La scrittura delle tesi avviene a piccoli passi, quindi è importante concentrarti sugli obiettivi a breve termine: titolo, font ed il tipo di impaginato.

Un importante aiuto viene fornito dalle Università, che forniscono una serie di strumenti per la redazione dell’elaborato finale: bibliografia, frontespizio, impaginazione, lunghezza. In genere, nel sito dell’ateneo puoi già trovare tutte le norme generali che ti aiuteranno ad evitare di incorrere in alcuni errori piuttosto comuni.

Preparazione

Preparati ad intere giornate passate a leggere fonti bibliografiche una dopo l’altra. Per superare con successo anche questa fase, fissa degli obiettivi settimanali, ad esempio quello di scrivere un capitolo o due alla settimana.

Per spronarti a fare sempre di più, utilizza un meccanismo di ricompensa: per ogni obiettivo raggiunto dedica del tempo a te stesso. Le pause aiutano la mente a non sovraccaricarsi e a ricominciare a scrivere con più concentrazione ed energia.

Non mollare

Soprattutto durante la presentazione, l’ansia e il panico sono del tutto normali. Anni di studio e sacrifici condensati in quell’attimo in cui, davanti alla Commissione, cerchi di dimostrare il tuo valore cercando di mantenere la calma.

Cerca di vivere il momento con la massima serenità e senza aver paura di quello che succederà dopo. Ricorda che questo è solo il punto di partenza del tuo futuro lavorativo: vivilo al meglio!

Hai seguito i nostri consigli, ma hai comunque bisogno di un aiuto per scrivere la tua tesi per motivi di lavoro o di mancanza di tempo? Word to Working è a tua disposizione! Contattaci via mail e parlaci del tuo progetto.

Segui anche la nostra pagina Facebook per essere sempre aggiornato su tutte le novità e promozioni.

Ileana Barilla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *