Correzione Tesi: alcuni suggerimenti su grammatica e ortografia

correzione tesi

Arrivato il momento della scrittura della tesi di laurea, molti studenti si trovano di fronte al problema della correzione ortografica e grammaticale.

Ma come presentare un lavoro ben fatto al proprio relatore, senza errori e sviste nel testo?

Consigli per correggere la tua tesi

Il correttore automatico non basta

Per redigere un ottimo lavoro di tesi è importante non solo la correzione ortografica di base, ma una revisione completa. Questo significa migliorare la forma sintattica del discorso, gli errori grammaticali e quelli ortografici, che il programma di correzione automatico potrebbe non segnalare.

Una revisione della tesi dal punto di vista della correzione errori va quindi fatta da un occhio esperto o un diverso punto di vista rispetto al tuo: molte cose possono infatti sfuggire.

Sintassi chiara e fluida

Una corretta revisione della forma sintattica avvantaggia anche la spiegazione, ovvero la capacità di comunicare in modo chiaro i concetti, senza entrare in periodi troppo lunghi, con parentesi continue o troppe note a margine.

È quindi necessario strutturare periodi brevi, frasi dalla forma lineare, evitando il più possibile un numero elevato di aggettivi o commenti personali.

In alcuni lavori di tesi, infatti, sono frequenti delle forme poco chiare e il relatore o la commissione, che leggeranno la tesi, potrebbero già predisporsi in modo non positivo.

Il pensiero deve essere lineare: l’esposizione scritta di tale pensiero deve quindi esprimere capacità di comprensione e maturità nell’esposizione.

Fai attenzione ai tecnicismi

Una revisione approfondita della tesi di laurea è fondamentale anche per individuare i possibili errori a livello di terminologia.

Non solo errori di battitura, refusi o verbi errati: utilizzare la terminologia di settore in modo corretto risulta essenziale. Spesso non si è compreso bene un termine tecnico, ma questo errore avrà un peso importante, anche agli occhi del professore.

Lo stress da consegna può fare brutti scherzi, per questo ti consigliamo di rileggere attentamente e avvalerti di un controllo esterno, per verificare l’uniformità della scrittura, ma soprattutto l’uso adeguato dei termini.

Dedica alla correzione il giusto tempo

Se vuoi essere certo di ottenere un buon risultato, avrai bisogno di tempo e concentrazione. Non puoi infatti pretendere di non imbatterti in eventuali errori, se ti riduci all’ultimo minuto, a ridosso della seduta di laurea.

Per questo, dovrai procedere in maniera organizzata e graduale.

Rileggi più volte

Dopo una prima stesura, procedi ad una rilettura della bozza e immedesimati nel lettore, che dovrebbe comprendere ogni concetto in modo chiaro.

Oltre alla forma, anche l’ampiezza del discorso potrebbe essere non sufficiente. Un ottimo concetto, se non viene spiegato adeguatamente, potrebbe perdersi.

L’ideale è quindi trovare una via di mezzo tra un’esposizione essenziale e uno stile prolisso: spiega bene dove necessario, senza dilungarti troppo, senza però eliminare particolari importanti.

Hai seguito i nostri consigli, ma hai ancora bisogno di un aiuto per scrivere la tua tesi per motivi di lavoro o di mancanza di tempo? Word to Working è a tua disposizione! Contattaci via mail e parlaci del tuo progetto.

Segui anche la nostra pagina Facebook per essere sempre aggiornato su tutte le novità e promozioni.

Ileana Barilla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *