La Cucina del fuorisede: Spaghetti con pesto alla trapanese

spaghetti con pesto alla trapanese

Gli spaghetti con il pesto alla trapanese sono gustosi, saporiti e perfetti per la bella stagione. Un primo piatto condito con un pesto tutto siciliano: un’alternativa al classico genovese. Il pesto alla trapanese, infatti, prevede l’aggiunta di pomodori e mandorle.

Il pesto alla trapanese è una ricetta molto antica. Ha origine nel porto di Trapani, in passato qui sostavano le navi genovesi provenienti dall’Oriente che fecero conoscere il pesto ligure ai trapanesi, dall’incontro di queste due culture culinarie nacque questa preparazione.
I trapanesi modificarono la ricetta del pesto aggiungendo gli ingredienti tipici della loro terra. Ecco così spiegata l’aggiunta delle mandorle e dei pomodori freschi.

Inoltre, più precisamente, in Sicilia si usa condire con questo pesto le busiate: una tipica pasta siciliana dalla forma a elica.

Ricetta spaghetti con pesto alla trapanese

Gli ingredienti principali per questa ricetta sono: pomodori, mandorle, aglio.

NELLO SPECIFICO:

INGREDIENTI (per 4 persone)

  • -Pomodori maturi 250 gr
  • -Basilico 50 gr
  • -Mandorle 50 gr
  • -Olio EVO 2 cucchiai
  • -Pecorino grattugiato 1 cucchiaio
  • -Aglio rosso 1 spicchio
  • -Pepe nero q.b.
  • -Sale q.b.

PREPARAZIONE:

Per preparare gli spaghetti con il pesto alla trapanese occorre, per prima cosa, dedicare la nostra attenzione ai pomodori pelati: mettere sul fuoco una pentola capiente piena d’acqua. Lavare i pomodori e praticare un taglio a croce all’estremità di ogni pomodoro. Quando l’acqua inizia a sobbollire è necessario scottare i pomodori per 2 -3 minuti poi spellarli e tagliarli a cubetti. A questo punto, pelare le mandorle: bisogna sbollentare per qualche minuto in acqua bollente, scolarle e poi basterà fare un leggera pressione con le dita per staccare la buccia.

Porre in un mixer, oppure meglio in un mortaio, i pomodori pelati, un mazzetto di basilico lavato ed asciugato, le mandorle, uno spicchio d’aglio e frullare tutti gli ingredienti per un paio di minuti. Unire il pecorino grattugiato e trasferire il battuto in una ciotola. 

Aggiustare, quindi, di sale e pepe e aggiungere un paio di cucchiai di olio, amalgamare, poi, bene il tutto e trasferire il pesto in una ciotola capiente dove poi verranno conditi gli spaghetti. Se dovesse risultare troppo asciutto, si consiglia di aggiungere altro olio.

Ora è il momento della pasta: occorre porre sul fuoco una pentola dal fondo alto adatta alla cottura degli spaghetti, una volta raggiunto il bollore, unire gli spaghetti. 

Cuocere la pasta al dente e poi scolarla.

In ultimo, è necessario unire gli spaghetti al pesto alla trapanese, mescolare per amalgamare bene la salsa, condire con un filo di olio. 

Buon appetito!

Carla Marino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *