“Wonderwall”: il muro delle meraviglie che ha ispirato il mondo

Wonderwall

Wonderwall è uno dei brani più famosi e ascoltati al mondo della band inglese Oasis. Scritta da Noel Gallagher, cantautore e chitarrista del gruppo, la canzone è entrata nella top 10 dei singoli negli Stati Uniti, dove ha vinto persino il disco d’oro.

“Wonderwall”: il muro delle meraviglie è un omaggio a George Harrison, chitarrista dei Beatles che  aveva intitolato il suo primo album da solista “Wonderwall” appunto.

Si tratta certamente di uno dei brani più rappresentativi del gruppo. Molto nota ancora oggi, una sorta di pietra miliare del panorama musicale internazionale.

Sono tanti i significati legati a questo brano. Uno dei più attendibili è quello conferito da Noel Gallagher. Il quale ha sottolineato che la canzone faccia riferimento alla sua ragazza, Meg Matthews: “Lei aveva una società che ha chiuso e si è sentita a pezzi per la cosa. Il sentimento è che non c’era motivo di sentirsi giù, doveva darmi una mano a risolvere anche la mia di vita, perché ero a pezzi per la metà del tempo“. 

Successivamente, però, Noel fornì al magazine American Songwriter un’interpretazione completamente diversa: “Il significato di quella canzone mi è stato tolto dai media che ci sono saltati sopra. Come si fa a dire alla propria signora che non si tratta di lei una volta che l’ha letta? È una canzone che parla di un amico immaginario che verrà a salvarti da te stesso“.

Il videoclip del brano, inoltre, è stato premiato ai “Brit Awards” del 1996 come “British Video of the Year”. E’ in bianco e nero, ambientato in uno sgabuzzino enorme. Presenti sul set anche clown, giocolieri e musicisti.

“Wonderwall” è un brano inciso nella storia della musica che ha ispirato le generazioni successive e tanti altri artisti che hanno riproposto delle interessanti rivisitazioni della traccia, tra cui quella di Anastacia.  

UN ESTRATTO DEL BRANO Wonderwall

Today is gonna be the day that they’re gonna throw it back to you
And by now, you should’ve somehow realised what you gotta do
I don’t believe that anybody feels the way I do about you now

And backbeat, the word is on the street that the fire in your heart is out
I’m sure you’ve heard it all before, but you never really had a doubt
I don’t believe that anybody feels the way I do about you now

And all the roads we have to walk are winding
And all the lights that lead us there are blinding
There are many things that I would like to say to you, but I don’t know how

Because maybe

You’re gonna be the one that saves me
And after all
You’re my wonderwall

Carla Marino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *