Vai al contenuto

Bob Dylan – Knocking on heaven’s door

Knocking on heaven’s door

“Knocking on Heaven’s Door” è effettivamente rilasciata nel luglio del 1973 e non è inclusa in uno degli album tradizionali del cantautore. La canzone fa parte della colonna sonora del capolavoro di Sam Peckinpah, “Pat Garrett e Billy Kid”, un film western in cui Bob Dylan ha un breve ruolo, interpretando il fuorilegge chiamato Alias. In quel periodo, la prolificità di Bob Dylan, prima del famoso incidente di Woodstock e anche subito dopo, era nota a tutti, ma a partire dal 1970 non pubblica un nuovo album.

Durante le riprese di “Pat Garrett”, Dylan sembra essere completamente immerso nel suo ruolo di attore, tanto da essere infastidito dai fan che lo disturbano sul set solo per discutere del suo lavoro nella musica.

Analisi del brano Knocking on heaven’s door

L’intera colonna sonora del film, sebbene comprenda numerosi brani strumentali, è di notevole qualità; sorprende il fatto che proprio nel creare un lavoro forse considerato meno ambizioso, quasi un semplice accompagnamento alla sua esperienza di attore, Bob Dylan ritrovi finalmente la sua maestria. Una ballata bella e commovente come “Billy” ne è la testimonianza, ma è con “Knockin’ on Heaven’s Door” che l’artista realizza un capolavoro inaspettato.

Le canzoni vengono registrate tra Città del Messico e gli Stati Uniti, con la collaborazione di musicisti messicani. Non sorprende, quindi, che il suono rifletta le influenze provenienti a sud del confine, quasi con tonalità mariachi, che permeano l’intero progetto.

“Knocking on Heaven’s Door” è utilizzata in una delle scene più epiche e commoventi del film, ovvero la morte dello sceriffo Baker. L’uomo, gravemente ferito, si dirige verso la riva del fiume per spirare, accompagnato dalle silenziose lacrime della moglie, chiamata “Mama” nel film. Di conseguenza, le parole del testo assumono un significato ancora più profondo.

L’utilizzo della canzone aggiunge ulteriore suggestione e intensità all’intera scena.

Mama take this badge from me (Mama prenditi questo distintivo)

I can’t use it anymore (Non posso più usarlo)

It’s getting dark too dark to see (Sta diventando buio, troppo buio per vedere)

Feels like I’m knockin’ on Heaven’s door (Sembra che stia bussando alla porta del Paradiso)

Le parole, spesso fraintese, narrano proprio lo stato d’animo dello sceriffo. L’uomo contempla la fine imminente e l’oscurità, immaginando di bussare alle porte del paradiso. Il brano si basa su pochi e semplici accordi, e ricorda vagamente “Helpless” di Neil Young.

Si tratta di una canzone dai toni country, di breve durata, ideale anche per essere suonata e cantata da un chitarrista dilettante, magari intorno al classico falò. Certamente, potrebbe essere difficile spiegare che il testo in realtà racconta della transizione di un anziano sceriffo.

Buon ascolto!

Andrea Capacchione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *