Vai al contenuto

Come scrivere una tesi di laurea specialistica eccellente

scrivere tesi specialistica eccellente

Stai per concludere il tuo percorso accademico e vuoi scrivere un’eccellente tesi di laurea specialistica?

Questa sarà certamente più impegnativa rispetto a quella realizzata durante il percorso triennale, in quanto richiede argomenti e attenzioni differenti. L’elaborato, con una lunghezza variabile tra 80 e 150 pagine, dovrà presentare un approfondimento su un tema che può essere un’estensione della tesi triennale o completamente diverso.

Questa tipologia di tesi riveste una notevole importanza anche per il tuo ingresso nel mondo del lavoro, poiché ti permetterà di inserire il titolo nel curriculum, aumentando le opportunità di candidarti a prime esperienze professionali o di accedere a corsi di studio post-laurea e master.

Scrivere una tesi di laurea specialistica eccellente: consigli utili

Indice e bibliografia

Dopo l’assegnazione della tesi, dovrai dedicarti ad un accurato lavoro di ricerca bibliografica e alla creazione di un indice che suddivida in modo logico l’argomento in capitoli e paragrafi. Il percorso logico sarà sottoposto all’approvazione del relatore, che darà il via libera anche alle prime bozze.

È fondamentale seguire attentamente le correzioni e le integrazioni proposte dal professore, garantendo la presenza di capitoli ricchi di contenuti, senza aggiungere divagazioni non necessarie.

Scelta dell’argomento ideale

Il processo di ricerca dovrà partire da una tematica ben definita, con un’elaborazione che miri idealmente a portare nuovi contributi di qualità e innovativi al panorama scientifico. I contributi più originali sono sempre valorizzati, e sin dalla fase di ricerca è essenziale individuare la strada migliore da percorrere.

Esistono approcci di induzione e deduzione, entrambi validi. Nell’induzione, si esplora un fenomeno offrendo un’interpretazione originale e sviluppando una teoria collegata agli studi già esistenti. La deduzione, al contrario, parte da un’analisi ragionata degli studi esistenti per giungere a una rielaborazione critica personale.

La raccolta di materiale, lo studio approfondito dei metodi di lavoro e la suddivisione accurata del lavoro saranno gli step principali in questa fase.

Potrai scegliere il tema della tesi attraverso 4 modi:

  • ampliare le conoscenze con un argomento nuovo,
  • approfondire una tematica parzialmente nota,
  • individuare la tesi che ti farà laureare nel minor tempo possibile,
  • perseguire l’obiettivo di un punteggio di laurea alto.

Come redigere una tesi magistrale di successo

Per molti laureandi, la stesura di una tesi, in particolare quella specialistica, rimane un problema. La tesi si struttura in capitoli, sezioni e sottosezioni, tutti numerati (con un tipico livello di profondità di 3, massimo 4).

La struttura comune include:

  1. Introduzione: da scrivere alla fine.
  2. Panoramica sull’argomento: illustra i termini, i concetti e i problemi aperti che affronterai nella tesi.
  3. Soluzioni proposte: per risolvere il problema descritto nel capitolo 2.
  4. Dettagli della soluzione: entra nei dettagli.
  5. Risultati sperimentali (se presenti).
  6. Conclusioni: da scrivere alla fine insieme all’Introduzione, includendo possibili sviluppi futuri.

Dopo l’ultimo capitolo, vanno inseriti i riferimenti bibliografici citati nel testo (la mancanza di citazioni è un difetto comune, quindi prestare attenzione). Puoi distinguere tra Bibliografia (articoli, libri) e Sitografia (link a siti Web).

Hai bisogno di un aiuto per scrivere una tesi di laurea originale per motivi di lavoro o di mancanza di tempo? Word to Working è a tua disposizione! Contattaci via mail e parlaci del tuo progetto.

Segui anche la nostra pagina Facebook per essere sempre aggiornato su tutte le novità e promozioni.

Ileana Barilla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *