Vai al contenuto

BB King – Lucille

lucille

Parliamo di un gigante della musica blues, B.B. King, e della sua leggendaria chitarra “Lucille”. Quando si pensa a B.B. King, è impossibile non associare immediatamente il suo nome a “Lucille”, non solo la sua chitarra ma anche l’album che ha segnato una pietra miliare nella sua carriera. L’album “Lucille” rappresenta uno dei lavori più iconici di B.B. King e ha avuto un impatto significativo nel mondo della musica blues.

Lucille non è solo una chitarra, ma una vera e propria leggenda. La storia narra che durante un concerto in Arkansas, un incendio scoppiò nel locale dove B.B. King stava suonando. Dopo essere uscito in sicurezza, King tornò dentro per salvare la sua chitarra, rischiando la vita. Più tardi scoprì che l’incendio era stato causato da una lite tra due uomini per una donna di nome Lucille. Da quel momento, King chiamò tutte le sue chitarre “Lucille” per ricordargli di non fare mai più qualcosa di così avventato.

L’album “Lucille” è stato pubblicato nel 1968, un periodo ricco di trasformazioni e innovazioni musicali. Questo album ha contribuito a cementare la reputazione di B.B. King come uno dei più grandi bluesman della sua generazione.

Le tracce dell’album Lucille

Lucille – La traccia che dà il titolo all’album è un vero e proprio inno al blues, con il suono caratteristico della chitarra di B.B. King che si intreccia con la sua voce potente e emotiva.

Country Girl – Un brano che combina elementi del blues tradizionale con influenze soul, mostrando la versatilità di King come musicista e narratore.

No Money, No Luck Blues – Questa canzone cattura perfettamente le difficoltà e le frustrazioni della vita quotidiana, un tema ricorrente nel blues.

“Lucille” è profondamente radicato nel blues, ma si distingue per l’inclusione di elementi soul e rhythm and blues, che arricchiscono il sound e lo rendono accessibile a un pubblico più ampio. L’uso magistrale della chitarra da parte di King, con i suoi assoli espressivi e il bending caratteristico, è il cuore pulsante dell’album.

B.B. King ha sempre cercato di innovare pur rimanendo fedele alle radici del blues. In “Lucille”, si possono notare tocchi di modernità che anticipano le tendenze future del genere, pur mantenendo un profondo rispetto per la tradizione.

Molti musicisti moderni, da Eric Clapton a John Mayer, hanno dichiarato di essere stati ispirati da B.B. King e dal suo album “Lucille”. Il suo stile di chitarra è diventato un punto di riferimento per chiunque si avvicini al blues.

In conclusione, “Lucille” di B.B. King non è solo un album, ma un viaggio emozionale attraverso il blues. Ogni traccia è un capitolo di una storia raccontata con passione e maestria. La sua influenza si estende ben oltre il suo tempo, continuando a ispirare e affascinare ascoltatori di tutte le età.

Buon ascolto!

Andrea Capacchione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *